La Bottega Volante, buona anche per chi la fa

 

Siamo orgogliosi di presentarvi le persone che rendono possibile il nostro progetto, i ragazzi e le ragazze del laboratorio socio-occupazione di Sasso Marconi: la loro attività è il vero cuore della Bottega, il suo primo obiettivo, anche se è quello che non si vede mai! Infatti, come Scoiattolo siamo da sempre impegnati nel miglioramento della qualità della vita nel territorio in cui operiamo e questo, per una cooperativa sociale, significa aiutare le persone più deboli a superare l’emarginazione in cui sono relegate.

Siamo anche consapevoli della crisi sociale ed economica con cui si confronta la nostra società e abbiamo scelto di contribuire  alla costruzione di nuova economia, che rimetta al centro le persone e renda concreta una cultura di sostenibilità, responsabilità e reciprocità. Insomma, la Bottega Volante non risponde solo al bisogno di nuovi modi di consumo, più naturali e sostenibili, ma anche alla responsabilità che tutti abbiamo verso alla comunità di cui facciamo parte.

Così il lavoro che creiamo con i vostri acquisti non è solo funzionale alla futura autonomia economica di chi ci lavora ma, prima di tutto, apre uno spazio di scoperta e messa in opera delle proprie capacità per chi  non ha ancora possibilità di inserimento nel mondo del lavoro. Uno spazio in recuperare confidenza di sé, maturare, socializzare, condividere, integrarsi. Partecipare alle attività del laboratorio, con il sostegno degli educatori della cooperativa, è un percorso che apre alla relazione con gli altri, al rispetto di chi lavora con noi, alla responsabilità di quello che si fa.

Sono lavori semplici ma veri, perché l’educazione e la formazione al lavoro devono avvenire in un contesto reale: i nostri ragazzi, quando preparano le cassette della Bottega, sanno di fare qualcosa che sarà utile e gradito a qualcuno, sanno di maneggiare prodotti naturali e buoni, hanno imparato a riconoscerli e a conoscerne le stagionalità, ad apprezzarli, si sentono parte di un processo che ha un riscontro culturale e sociale e, quindi, valorizza tutti quelli che vi partecipano.

In breve, dietro il lavoro di un laboratorio socio occupazionale ci sono:

  • espressione dell’unicità, della creatività e della dignità di ciascuno, da cui discendono pari opportunità e doveri
  • riconoscimento degli altri (delle differenze) come strumento di “auto-scoperta” delle proprie capacità e responsabilità
  • disponibilità alla relazione, all’accoglienza e al dialogo
  • rifiuto della competizione e recupero di una cultura di collaborazione, dono e mutualità
  • condivisione dell’impegno quotidiano in un contesto di relazioni “calde”, capaci di avviare processi di apprendimento e cambiamento individuale e di gruppo.
  • senso di appartenenza alla comunità e consapevolezza di contribuire al benessere del territorio e delle persone che ci vivono.